Browsing "varie"
Giu 2, 2008 - varie    2 Comments

Festa della Repubblica Italiana

Visto che oggi è la festa della Repubblica e che purtroppo per molti è solo un giorno di riposo in +, non sanno neppure cosa sia successo questo giorno, volevo inserire quest’articolo che mi è molto piaciuto

 

 

19fa09752a021b58a500118863b9d511.jpgLa Francia festeggia il 14 luglio la Presa della Bastiglia, gli Stati Uniti il 4 luglio l’Independence Day; per l’Italia la Festa Nazionale arriva il 2 giugno.

In questa data si ricorda il referendum istituzionale del 2 e 3 giugno 1946 con il quale gli italiani furono chiamati a scegliere la futura forma di governo, nel ballottaggio monarchico-repubblicano.

La Monarchia ricevette 10.719.284 preferenze; con 12.717.923 voti a favore era nata la Repubblica Italiana!

Sofferta la vittoria repubblicana, che ottenne al Centro-Nord un buon 63%, mentre al Sud vinse la Monarchia con il 67% dei voti.
Al voto di Ravenna, la città più repubblicana (91,2%) si contrapponeva l’85,4% monarchico di Messina.

Comunque su scala nazionale la sconfitta monarchica provocò l’esilio dei regnanti di Casa Savoia, che sono tornati in Italia solo nel 2003, dopo 57 anni d’esilio.

Importante aggiungere che per l’occasione si ebbe la prima tornata elettorale italiana a vero suffragio universale: finalmente anche le donne andarono alle urne.

Nel giugno 1948 ai Fori Imperiali di Roma si svolse la parata militare in onore della Repubblica.

Nel 1961, centenario dell’Unità, le celebrazioni si svolsero anche a Torino e Firenze, prime capitali dell’Italia unita.

Tutt’oggi la Festa della Repubblica prevede la deposizione di una corona d’alloro al Milite Ignoto presso l’Altare della Patria a Roma (il Vittoriano) e una parata militare ai Fori Imperiali alla presenza delle più alte cariche dello Stato.

Nel pomeriggio vengono aperti al pubblico i giardini del Palazzo del Quirinale, sede della Presidenza della Repubblica Italiana.

La giornata del 2 giugno di recente è diventata anche Giornata Nazionale dello Sport.

La Festa della Repubblica è l’occasione per rivisitare i simboli della nostra Patria.

Lo stemma della Repubblica, ad esempio, è formato da tre elementi: la stella, la ruota dentata, un ramo di ulivo a sinistra e uno di quercia a destra.

La stella è da sempre uno degli emblemi d’Italia, già nell’iconografia del Rinascimento. Il simbolo della stella indica tra l’altro l’appartenenza alle Forze Armate del nostro Paese.

La ruota dentata d’acciaio è il simbolo dell’attività lavorativa e traduce il primo articolo della Carta Costituzionale: “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”.

Arriviamo ai ramoscelli, ai quali raramente si presta attenzione.
Sono due differenti presenze arboree nostrane.
Il ramo di ulivo simboleggia la volontà di pace della nazione, sia interna che internazionale, mentre la quercia incarna la forza e la dignità del popolo italiano.

Del Tricolore, bisogna ricordare che, come bandiera nazionale, nasce a Reggio Emilia il 7 gennaio 1797, nell’ambito della Repubblica Cispadana.

La foggia a tre fasce verticali si ispira al modello repubblicano francese del 1790.

Proprio i vessilli dei reggimenti della Legione Lombarda che affiancavano le truppe napoleoniche presentavano i colori bianco, rosso e verde, di forte radice regionale: il bianco e il rosso, sono nello stemma comunale di Milano (croce rossa su campo bianco), mentre verde era il colore delle uniformi della Guardia civica milanese.

Sotto il Regno d’Italia si aggiunse in campo bianco lo stemma della corona reale.

Lo stemma, ma questa volta della Repubblica, campeggia invece nel vessillo ideato per il Presidente della Repubblica.

 

Articolo copiato integralmente dal sito di leggievai     http://www.leggievai.it/feste-istituzionali/festa-della-repubblica.php 

Mag 22, 2008 - varie    2 Comments

Non sono impazzita

Ieri ho cambiato sfondo e grafica al blog diverse volte, penso almeno una decina  ma volevo trovare un qualche cosa che ricordasse l’estate, soprattutto visto che fuori non è proprio il tempo migliore che si possa sperare, volevo portare un po’ di calore con qualche immagine. Spero che quella che ho scelto vi piaccia, perchè a me piace molto.

Mag 12, 2008 - varie    1 Comment

E-mail carina

Premetto che non ho niente contro gli uomini, e che ho un marito fantastico che mi aiuta molto, ma mi è appena arrivata questa e-mail carinissima e l’ho voluta postare

 

Marito e moglie stanno guardando la tv quando lei dice ‘Sono stanca, è
tardi, penso che andrò a letto’.

Va in cucina a preparare i panini per l’indomani.
Sistema le tazza per la colazione, estrae la carne dal freezer per la cena
del giorno dopo, controlla la scatola dei cereali, riempie la zuccheriera,
mette cucchiai e piattini sulla tavola per la mattina successiva. Poi mette
i vestiti bagnati nell’asciugatore, i panni nella lavatrice, stira una
maglia e sistema un bottone, prende i giochi lasciati sul tavolo, mette in
carica il telefono, ripone l’elenco telefonico e da l’acqua alle piantine.

Sbadiglia, si stira e mentre va verso la camera da letto, si ferma allo
scrittoio per una nota alla maestra, conta i soldi per la gita, tira fuori
un libro da sotto la sedia e aggiunge tre cose alle lista delle cose
urgenti da fare. Firma un biglietto d’auguri per un’amica ci scrive
l’indirizzo e scrive una nota per il salumiere e mette tutto vicino alla
propria roba.

Va in bagno, lava la faccia, i denti, mette la crema antirughe, lava le
mani, controlla le unghie e mette a posto l’asciugamano.

‘Pensavo stessi andando a letto’…. commenta il marito!!!

‘Ci sto andando’, dice lei. Mette un po’d’acqua nella ciotola del cane mette
fuori il gatto, chiude a chiave le porte e accende la luce fuori. Da’
un’occhiata ai bimbi, raccoglie una maglia, butta i calzini nella cesta e
parla con uno di loro che sta ancora facendo i compiti.

Finalmente nella sua stanza. Tira fuori i vestiti e scarpe per
l’indomani, mette la vestaglia, programma la sveglia e finalmente è seduta
sul letto.

In quel momento, il marito spegne la tv e annuncia:
‘Vado a letto’.

Va in bagno, fa la pipì’, si gratta il sedere mentre da un’occhiata allo
specchio e pensa: ‘ che PALLE domani devo fare la barba’…. e senza altri
pensieri va a dormire.

Niente di strano non vi pare???? Ora chiedetevi perché le donne vivono più a
lungo!!! Perché sono fatte per i percorsi lunghi (e non possono morire
perche’ prima hanno molte cose da fare).

Mag 11, 2008 - varie    1 Comment

Festa della Mamma

Non ho mai capito perchè la festa della mamma, che sarebbe l’otto maggio si festeggia in realtà la domenica dopo! Boh! 

Cmq ho trovato queste parole navigando in rete, e devo dire che sono veramente bellissime, ed almeno nel mio caso rispecchiano la realtà

Questo è per le madri che stanno alzate tutta la notte tenendo in braccio i loro bambini ammalati dicendo “è tutto a posto tesoro, la mamma è qui con te”. Per quelle che stanno per ore con i loro bambini che piangono in braccio cercando di dar loro conforto.
Questo è per tutte le madri che vanno a lavorare con il rigurgito nei capelli, macchie di latte sulla camicia e pannolini nella loro borsetta.Per tutte le mamme che riempiono le macchine di bimbi, fanno torte e biscotti e cuciono a mano i costumi di carnevale. E tutte le madri che NON FANNO queste cose.Questo è per le madri che danno la luce a bambini che non vedranno mai. E quelle madri che hanno dato una casa a quei bambini. Per le madri che hanno perso i loro bambini durante quei preziosi 9 mesi e che non potranno mai vederli crescere sulla terra ma un giorno potranno ritrovare in Cielo!
Questo è per le madri che hanno collezioni d’arte di valore inestimabile appesi in cucina.
Per le madri che si sono gelate al freddo alle partite di calcio invece di guardare dal caldo dalla macchina così quando il bimbo le chiede ”Mi hai visto, Mamma?” potranno dire ”Certo! Non me lo sarei perso per niente al mondo !” pensandolo veramente.
Questo è per tutte le madri che danno una sculacciata disperatamente ai loro bambini al supermercato quando urlano facendo i capricci per il gelato prima di cena. E per tutte le mamme che invece contano fino a 10.
Questo è per tutte le mamme che si sono sedute con i loro figli per spiegare come nascono i bambini. E per tutte le madri che avrebbero tanto voluto farlo, ma non riescono a trovare le parole.
Questo è per tutte le mamme che fanno la fame per dare da mangiare ai loro figli. Per tutte le madri che leggono la stessa favola due volte tutte le sere e poi la rileggono ”ancora una volta”.
Questo è per tutte le madri che hanno insegnato ai loro bambini ad allacciarsi le scarpe prima che iniziassero ad andare a scuola. E per tutte quelle che hanno invece optato per il velcro.
Questo è per tutte le madri che hanno insegnato ai loro figli maschi a cucinare e alle figlie come si fa a ad aggiustare un rubinetto che perde.
Questo è per tutte le madri che girano la testa automaticamente quando sentono una vocina chiamare ”mamma!” in mezzo a una folla, anche se sanno che i loro figli sono a casa – o anche all’università…
Questo è per tutte le mamme che mandano i loro figli a scuola con il mal di pancia assicurandoli che una volta a scuola staranno meglio, per poi ricevere una chiamata dall’infermeria della scuola chiedendo di venirli a prendere. Subito.Questa è per tutte le madri di quei ragazzi che prendono la strada sbagliata e non trovano il modo di comunicare con loro.
Questo è per tutte le matrigne che hanno cresciuto i figli di altre madri donando a loro tempo, attenzione e amore.. e che non vengono apprezzate!
Per tutte le madri che si mordono le labbra fino a farle sanguinare quando le loro quattordicenni si tingono i capelli di verde.
Per le madri delle vittime delle sparatorie nelle scuole, e per le madri di chi ha sparato. Per le mamme dei sopravissuti, e le madri che guardano con orrore la TV abbracciando i loro figli che sono ritornati a casa sani e salvi.Questo è per tutte le mamme che hanno insegnato ai loro figli ad essere pacifisti ed ora pregano perchè tornino a casa dalla guerra sani e salvi.
Cos’è a che fa di una Madre una brava Madre ? La pazienza? La compassione? La determinazione? La capacità di allattare, cucinare e ricucire un bottone di una camicia nello stesso momento? O è nel loro cuore? E’ il magone che senti quando vedi tuo figlio o figlia scomparire giù per la strada mentre va a scuola a piedi per la primissima volta? Lo scatto che ti porta dal sonno al risveglio, dal letto alla culla alle 2 di notte per appoggiare una mano sul tuo bambino che dorme? Il panico che ti viene, anni dopo, sempre alle 2 di notte quando non vedi l’ora di sentire la chiave nella serratura e sapere che è tornato a casa sano e salvo? O sentire il bisogno di correre da dovunque tu sia per abbracciare i tuoi figli quando senti che c’è stato un incidente, un incendio o un bimbo che è morto?
Le emozioni della maternità sono universali, sono le stesse per le giovani madri che barcollano fra i cambi di pannolini e mancanza di sonno… e le madri più mature che imparano a lasciarli andare.
Per le madri che lavorano e quelle che rimangono a casa.
Per le madri single e quelle sposate.
Madri con soldi, madri senza soldi.
Questo è per tutte voi.
Per tutte noi.
Tenete duro.
Alla fine possiamo fare solo del nostro meglio.
Dire a loro tutti i giorni che li amiamo.
E pregare.

 

mamma_5.gif

 

BUONA FESTA DELLA MAMMA A TUTTE LE MAMME!!!

Mag 6, 2008 - varie    1 Comment

06 maggio

il primo messaggio nel mio blog, wow che bello mi sento molto tecnologica.

Non sono brava a tenere aggiornato un blog, + che altro per la mancanza di tempo, so già che inizierò e poi, forse, piano piano lo accantonerò perchè rimanda oggi rimanda domani,… Vabbè ora parto con le migliori intenzioni, spero di riuscire a passare di qua almeno ogni 2 giorni, anche solo per qualche appunto al volo.

 

Pagine:«123