Browsing "varie"
Set 30, 2008 - varie    2 Comments

Ce l’ho fatta

La settimana scorsa ho avuto il computer ko, quindi mi è slittato tutto di una settimana.

Era un po’ che volevo cambiare grafica, ma non ero mai soddisfatta, ora ho trovato quella giusta, quella che + mi rispecchia e la terrò per tanto, salvo, forse, una breve interruzione natalizia.

Spero vi piaccia.

Ciao a tutti e buona notte

 

Set 28, 2008 - varie    5 Comments

Premio e ringraziamento

1948328127.2.jpgAlcuni giorni fa ho ricevuto questo bellissimo premio da Sara  un’amica di Blog che ringrazio vivamente.

Io però, sono una blogger da pochissimo, quindi non ho grandi amicizie, salvo Elena (amica d’infanzia) ed alcune ragazze conosciute sui forum. Il premio, quindi va ad alcune ragazze che mi conoscono ben poco, ma, a me piacono molto i loro blog, e quindi spesso passo a sbirciare.

Questo il regolamento del premio: 

Al ricevimento del riconoscimento, citare il nome di chi vi ha ritenuto suo amica/o mostrando il nome del suo blog o profilo. Scegliere un minimo di 7 profili o blog che sono i tuoi amici o che ritieni siano meritevoli della tua simpatica attenzione. Mostra il loro nome e avvisali che hanno ricevuto il segno della tua “AMICIZIA” .

A mia volta premio:

 

Set 20, 2008 - varie    1 Comment

Mancano solo

96 giorni al Natale!!!!!

 

So che per molti è ancora lontanissimo, ma per me che volevo fare dei pensierini ricamati per le mia amiche per Natale, 96 giorni sono pochissimi

Come ogni anno mi ero ripromessa di ricamare tante cose, troppe, ed infatti molti schemi sono appoggiati sulla scrivania in attesa del loro turno, ma,…come mi avete sentito dire spesso ultimamente, il tempo scarseggia e le cose che voglio fare sono sempre talmente tante che non riesco ad arrivare ovunque.

Spero di riuscire a fare qualche cosa di bello per me ed anche per qualche amica, oltre naturalmente gli impegni improrogabili, quali ADC 15, Swap Natalizio bis e Swap Kids organizzati dal forum XSP

Ora scappo a ricamare, ciao a tutti e Buon week end 

545990104.gif

Set 18, 2008 - varie    3 Comments

1° giorno di materna

Oggi il mio piccoletto, che poi tanto piccoletto non è, ha iniziato la scuola materna.

Lui era tranquillissimo, come se ci fosse sempre andato, io invece questa notte non ho chiuso occhio, proprio come accadeva ai tempi della scuola, prima di una gita o di un compito importante. Sono rimasta sveglia a pensare a quanto sono passati in fretta questi 3 anni, sono veramente volati. Questa mattina io mi sono alzata prestissimo ed, a ruota mi ha seguito il piccolo di casa. Dopo avergli dato il biberon, me lo sono tenuta in braccio e “spupazzato” un po’ perchè, purtroppo il tempo passa troppo in fretta e tra un po’ i momenti per le coccole saranno sempre meno

Cmq, quando siamo arrivati davanti alla scuola materna, a me sono scesi i goccioloni , eppure non sono una dalla lacrima facile, ho cercato di non farmi vedere da mio figlio, non volevo che si spaventasse, infondo andare all’asilo è bellissimo ed io volevo che gli arrivasse questo di messaggio non che la mamma piange perchè chissà cosa c’è dietro a quel cancello 

Appena entrati le maestre lo hanno salutato, e l’hanno coinvolto in un gioco, passati 5 minuti io e mio marito siamo usciti e lo abbiamo lasciato lì per una mezz’oretta circa. Quando siamo tornati a prenderlo, ci ha chiesto perchè eravamo andati così presto, visto che molti altri bimbi non andavano a casa, anche lui voleva restare lì.

Sono proprio contenta che il mio piccoletto sia diventato un ometto, soprattutto perchè prende sempre la vita con il sorriso.

Continua così amore mio, e vedrai che la vita ti riserverà tante belle cose

 

Set 14, 2008 - varie    2 Comments

Ciao Estate

Mi spiace per tutti quelli che amano il caldo di luglio e di Agosto, ma io quest’anno posso solo dire, finalmente è finita l’estate!

Per quel che mi riguarda, è stata un’estate strana, molto diversa da tutte le altre e per quanto non ci siano stati problemi veri e propri, o comunque niente di irreparabile, sono contenta che fialmente si torni a respirare un’aria + fresca!

E’ stata la prima estate in 4 e di certo non è stata facile sin da subito, poi ci si è messo l’infortunio al ginocchi e relativa operazione e riabilitazione del marito, l’allattamento, gli orari dell’inps da rispettare, …. insomma tra una cosa e l’altra siamo andati al mare si e no 10 volte, non siamo andati in ferie (visto che la visita fiscale puo’ passare in qualsiasi momento), le notti insonni per “colpa” del pupo piccolo e le giornate con un caldo allucinante che sembrava che da un momento all’altro mi venisse a mancare il fiato,…

Insomma, alla fine anche questa bellissima stagione è finita, normalmente sono un po’ triste, perchè preferisco di gran lunga il sole al cielo cupo, ma quest’anno no, ho bisogno di ritrovare un po’ della normale routin  (so che presto me ne pentirò, ma al momento ne ho veramente bisogno)

Cieo Estate e benvenuto autunno

1848275868.jpg

 

Ago 24, 2008 - varie    No Comments

Buon week end

Spero che il vostro fine settimana sia migliore del mio, perchè per me è davvero una domenica difficile.

Sta notte i miei pupi non ne hanno volto sapere di dormire, prima uno poi l’altro, in totale ho dormito circa 2 ore e mezzo, ora sono distrutta.

Volevo postarvi la ricettina del risotto alla zucca che ho fatto prima, ma devo rimandare, ve la scrivo domani, ora ho bisogno di riposarmi un po’ e visto che le “canaglie” stanno dormendo ne approfitto anch’io

Ago 19, 2008 - varie    No Comments

Buongiorno!!!

Piano, piano ritornerò ad aggiornare il mio blog, ma per il momento vi lascio la colazione virtuale, questa se non fosse per le calorie, sarebbe la mia colazione ideale.


 

1409409279.2.jpg

Le cose vanno molto meglio, io mi sento + carica, e malgrado ci siano ancora volte in cui mi sento un po’ persa nel ruolo della bis mamma, piano piano ci sto prendendo la mano, infondo ho due piccoli che sonodue tesori (quando vogliono 😉 )

 

Lug 18, 2008 - varie    3 Comments

Sono alla frutta

Ciao a tutti,

per un po’ non aggiornerò il blog. Ho appena attraversato un periodo molto tosto, ed ancora non ne sono fuori, niente di che ma tante piccole cose che ora, mi hanno stancato, nel vero senso della parola.

Sono stanca, vorrei dormire almeno per un giorno intero, ormai sono 4 mesi che non dormo + di 5 ore a notte e con 2 risvegli nel mezzo, che corro come una pazza, che non ho un attimo di pace, ecco ora stacco. Stacco momentaneamente la spina, voglio provare a rilassarmi anche se quest’anno non ci saranno ferie, e quindi si continuerà a correre all’infinito, voglio provare a prendermi un po’ di tempo per me  

Speriamo di riprendermi ma in questo momento mi sento proprio come questo cagnolino  

098bf2e0f92ea3cd68a003ab78dd57d1.jpg

Lug 5, 2008 - varie    1 Comment

aiutiamo i bambini a restare tali

mi è arrivata questa e-mail da un’amica, io ho firmato, per farvore, fatelo anche voi

 

Noi di aquilone Blu non smetteremo mai di lottare … ma mettetevi una mano sulla coscienza e chiedeveti se avete fatto tutto il possibile per combattere contro questa piaga ..

FIRMATE LA PETIZIONEEEEEEE

http://firmiamo.it/oscuriamoilsitodellassociazionepedofili


Aquilone Blu Onlus,è un’associazione che da anni si occupa di lotta alla pedofilia e che da anni cerca in ogni modo di contrastare questo orrendo fenomeno che si espande a macchia d’olio , soprattutto con l’incremento dell’utilizzo di internet .

Il direttivo e i volontari di Aquilone Blu, ogni giorno lavorano per divulgare informazioni, istruire e combattere la pedofilia , e ci sentiamo affranti e presi in giro quando scopriamo che in rete, i nostri figli e il popolo italiano tutto , puo’ avere libero accesso ad un sito come quello DELL’ASSOCIAZIONE PEDOFILI DANESI .

In Danimarca , L’apologia di reato (L’apologia di reato consiste nell’apologizzare, ovvero nell’esaltare o difendere pubblicamente un’azione riconosciuta reato dalla legge della nazione in cui si vive) non è punibile, in Italia si!
Chiediamo pertanto l’aiuto di tutti voi per far si che questo sito venga oscurato nel nostro paese

Giu 8, 2008 - varie    2 Comments

Secondogeniti si nasce…

Navigando in rete ho trovato questa, ………purtroppo per i secondogeniti è verissima 

Il bagnetto
Il primo bagnetto del primogenito è una cerimonia che si svolge una sola volta nella vita,
per fortuna. Il livello di apprensione dei due genitori è ai massimi
livelli e basta un’indecisione per beccarsi un vaffanculo… La
temperatura dell’acqua è uno dei fattori cruciali: un errore di pochi
decimi e il bambino è fottuto. Esistono termometri progettati apposta
per questo scopo, antiurto, galleggianti e dotati di un’inerzia infida
e difficilmente prevedibile. Siete due gradi sotto, aumentate la calda,
il termometro sta fermo per un po’, quindi parte e si ferma due gradi
sopra, aumentate la fredda… Ho sentito di gente che ha fatto fuori
dei boiler da caserma per riempire una vaschetta da 10 litri. In acqua
poi il bambino viene trattato a 4 mani, 6 se c’è una nonna presente (se
ci sono due nonne il papà deve levarsi prontamente dai coglioni!)..
Con il secondogenito scompare il termometro: si puccia il gomito e si
giudica ad occhio. La posizione del bambino viene corretta solo quando
comincia a bere.
Con il terzo si usa la tattica del polipo: lo si puccia, se le gambine si arricciano vuol dire che è troppo calda.
Credo che nessuno abbia mai lavato i figli dal quarto in poi, al massimo una
passata al lavasecco prima di Natale , per togliere le macchie più evidenti.

Il pannolino
Le aziende che producono pannolini fanno i soldi sui primogeniti. Il primogenito lo controlli:
-per definizione dopo ogni poppata;
-ogni volta che senti un rumorino;
-ogni volta che una nonna sente un rumorino (anche per telefono);
-ogni volta che senti un’odorino;
-ogni volta che una nonna sente un’odorino (anche per telefono);
-ogni volta che non sai cosa fare.
Apri, niente, ma il pannolino lo cambi lo stesso.
Con il secondogenito cambi il pannolino appena prima che i vicini di casa chiamino il camion per gli spurghi pensando che sia un problema di fossa biologica.
Il terzo il pannolino se lo cambia da solo, e pedalare.
Dal quarto in su i pannolini o se li comprano, oppure vasino.

Il biberon
Dopo la nascita i casi sono due: o allattamento al seno, o biberon. L’allattamento al seno presenta molti vantaggi, è più sano, più naturale, il latte è sempre pronto alla temperatura giusta, la tetta è per definizione sterilizzata e allatta solo la mamma (questo, ovviamente, è un vantaggio solo se siete un papà). Ma il vantaggio più importante è quello di potere avere una mano libera, essendo la tetta autoreggente (almeno si spera). L’allattamento a biberon prevede viceversa l’uso di due mani, una che regge il bambino, l’altra che regge il biberon. La questione è di secondaria importanza per le prime poppate del primogenito, durante le quali rimirate rapiti con sguardo ebete il vostro virgulto, attenti a che non scenda una gocciolina di latte sulla guancina, e che la tettarella sia sempre piena acciocchè non abbiano a formarsi bolle d’aria nel pancino, noncuranti del fatto che sono le tre del mattino, ci sono 12 gradi e voi siete in mutande e canottiera, perchè travolti dal pianto isterico di quel b*****o avete dimenticato pure le ciabatte.
Con il secondo quei 20 minuti che dura mediamente un poppata sono eterni. Dopo 30 secondi
cominciate a guardarvi in giro sconsolati alla ricerca di qualcosa da fare, e soprattutto di un modo per farlo. Quei 90 cl di latte glieli parereste giù col compressore. Di solito in queste situazioni ci si trova sul divano del salotto, e la prima tentazione è quella di accendere la tele, ci sarà pure qualche cazzo di roba da vedere. Per una delle leggi di Murphy il telecomando si trova sempre alla distanza di Tantalo, vicino ma irraggiungibile. E poi, anche se fosse raggiungibile, bisogna liberare una mano. Gli stratagemmi sono svariati: quello che viene più naturale è cercare di reggere il biberon con il mento, esercitando una leggera pressione. I figli degli appassionati di questa tecnica soffrono spesso di palatoschisi.
Viceversa si pu liberare la mano che regge il bambino, tenendolo con l’incavo del braccio.
Ad alcuni genitori dopo il secondo figlio spuntano addirittura delle ditina all`interno del gomito, che consentono tra l’altro di fare il gesto dell’ombrello con un braccio solo. Alla fine ci si ingegna, si recupera il telecomando con un piede esibendo uno snodo tipo Heather Parisi, si libera una mano e si zappa, finalmente. Nel frattempo il biberon è orizzontale da 10 minuti, il bambino ha ingurgitato aria sufficiente a farlo scorreggiare per tutta la vita e si spara 2 ore di coliche .
Non so cosa succeda dopo il secondo.
Pare che il terzo impari prestissimo a reggersi il biberon da solo, mentre il quarto esce spesso per andare al ristorante.

La documentazione
Del primogenito si documenta tutto. Esistono addirittura delle specie di diari con gli appositi spazi per annotare giorno per giorno tutti i parametri vitali del bambino, e pagine speciali per gli
eventi eccezionali, il primo dentino, la prima parola, i primi passi. A volte c’è anche uno spazio feticista per appiccicare ciocche di capelli o altri pezzi del bambino stesso. Una mamma ha tabellata in testa a vita tutta la curva di crescita del suo primogenito, come un gigantesco
file excel. Anche il papà, che per dopo un paio di mesi formatta e non
si ricorda più un cazzo.
Con il secondogenito scompare il quadernino, e con questo anche ogni tracciabilità. Il suo grafico di crescita è un gradino: prima non c’era, adesso c’è.
Del terzo ci rendiamo conto che è figlio nostro solo quando ci chiede il motorino.
Dal quarto in su è impossibile distinguerli dai compagni di nido, di asilo o di scuola. Dopo una festa di famiglie numerose capita di beccarsi i figli degli altri.

Il sonno
Il primogenito mangia ogni 2 ore, giorno e notte. Tra un pasto e l’altro talvolta dorme, ma siete talmente in ansia che non si ingozzi con il vomito che vi alzate comunqe ogni cinque minuti per
vedere se respira. Il tempo di reazione a un suo pianto è di 6 secondi netti. Quando cresce va a letto con la mamma o col papà , o con entrambi, e si fa leggere un minimo di 8 favole per sera.
Il secondo mangia ogni 4 ore, la notte anche 6, e tra un pasto e l’altro dorme come un tonno, eppure ogni volta che si sveglia si becca un vaffanculo…
Il tempo di reazione al suo pianto va dai 3 ai 15 minuti, ai quali va aggiunto il tempo per trovare la culla dispersa per la casa (cosa che ricorda molto la caccia al cellulare).
Quando cresce va a letto con il primogenito, che gli racconta quel cazzo che gli pare.
Il terzo mangia quando può e va a letto con i primi due, che gli raccontano le loro avventure sessuali.
Dal quarto in poi dormono direttamente in discoteca.

Pagine:«123»